Imparare Astrofotografia

Vuoi avvicinarti all’astrofotografia?

Imparare Astrofotografia

questi sono i miei consigli e gli strumenti che ti metto a disposizione:

01

Passo Uno: comprendere le basi di una disciplina

Esistono diverse specialità di fotografia notturna, ognuna con le sue caratteristiche ed esiste un cielo notturno che va prima di tutto compreso e studiato per capirne alcuni importanti aspetti che riguardano in generale l’esperienza notturna, sia osservativa che fotografica.

cosa ti consiglio di fare:

Su YouTube: trovi il mio canale YouTube con tanti filmati e un blog su questo sito. Entrambi con molti contenuti per principianti che possono introdurti al tema dell’astrofotografia.

Le associazioni: non c’è scelta migliore di frequentare qualche volta l’associazione astrofili più vicina a te per confrontarti in modo semplice e coinvolgente e poter valutare di persona le differenti tipologie di strumentazione per osservazione e astrofotografia verso le quali potresti orientarti.

Studia sotto il cielo: oggi con l’aiuto di numerose app gratuite per smartphone e tablet con le quali potrai aiutarti nell’orientamento sotto il cielo notturno, sarà ancora più facile iniziare a prendere dimestichezza con le principali costellazioni, il moto della volta celeste e i riferimenti indispensabili per orientarsi nel cielo notturno. Ti consiglio l’app “Stellarium”.

In aggiunta a qualche libro e al supporto dei gruppi social su facebook e telegram (i miei gruppi si chiamato Astrofarm), avrai tutte le risorse necessarie per iniziare a distinguere le forme principali di astrofotografia, orientarti sotto il cielo notturno e fare le prime valutazioni sul tipo di fotografia notturna che ti piacerebbe intraprendere. 

link utili:

02

Passo Due: scegliere con estrema attenzione la strumentazione

L’enorme varietà di strumentazione sul mercato ti obbliga ad orientarti tra le molteplici possibilità prima di effettuare l’acquisto del tuo primo setup per astrofotografia. In astrofotografia non esistono mai verità assolute sulla scelta della strumentazione. Starà a te dedicare un tempo sufficiente alla ricerca e alla comprensione della strumentazione ideale dalla quale iniziare, basata soprattutto sui tuoi obiettivi fotografici.

cosa ti consiglio di fare:

Su YouTube: trovi il mio canale YouTube con tanti filmati e un blog su questo sito. Entrambi con molti contenuti creati proprio per la scelta della prima strumentazione.

Le associazioni: non c’è scelta migliore di frequentare qualche volta l’associazione astrofili più vicina a te per confrontarti in modo semplice e coinvolgente e poter valutare di persona le differenti tipologie di strumentazione per osservazione e astrofotografia verso le quali potresti orientarti.

Basi fotografiche: se vuoi iniziare a praticare fotografia notturna ti farà comodo acquisire prima una conoscenza basilare di fotografia generale. La fotografia notturna essendo una disciplina fotografica non immediata e abbastanza complessa ti sarà tanto più facile se inizierai a studiarla sapendo già utilizzare una macchina fotografica in modalità manuale e sapendo quindi distinguere gli elementi principali e le impostazioni per fotografare in condizioni tradizionali.

 

In ultimo ti consiglio di confrontarti anche con uno o più rivenditori specializzati nel settore dell’astronomia amatoriale. La varietà di strumenti è davvero elevata e sarà soltanto con la calma e le dovute considerazioni che potrai acquistare un primo setup che possa poi rispettare le tue aspettative.

link utili:

03

Passo Tre: iniziare a praticare

Prima di qualsiasi necessità di sviluppo e post-produzione di una fotografia dovrai obbligatoriamente imparare ad acquisire bene sul campo. Più migliorerai la qualità di acquisizione e meno dovrai dedicarti a trattamenti di sviluppo e post-produzione eccessivi e lunghi.

cosa ti consiglio di fare:

Su YouTube: trovi il mio canale YouTube con tanti filmati e un blog su questo sito. Entrambi con molti contenuti creati per aiutarti sul campo e per comprendere meglio il funzionamento della strumentazione.

Le associazioni: non c’è scelta migliore di frequentare qualche volta l’associazione astrofili più vicina a te per confrontarti in modo semplice e coinvolgente e poter trovare aiuto nella difficoltà di utilizzo degli strumenti che hai acquistato.

 

Tanta Pratica, perseveranza e pazienza! La fotografia astronomica è uno sport di endurance, una maratona, dove si migliora un giorno alla volta e dove i risultati arrivano dopo aver risolto e gestito una buona quantità di problemi e imprevisti sul campo. Questa è l’essenza dell’astrofotografia e non posso darti migliore consiglio di vivere l’esperienza sul campo fin da subito obbligandoti a trasformare la potenziale frustrazione a fronte di un imprevisto come un evento stimolante e da risolvere divertendosi. Questa sarà la mentalità che ti permetterà di mantenere sempre viva e piacevole l’astrofotografia, abituandoti a capire che è proprio attraverso i problemi risolti che negli anni otterrai risultati sempre migliori.

link utili:

04

Passo Quattro: sviluppo e post-produzione

Se hai acquisito bene sei a più di metà dell’opera, ma lo sviluppo di un negativo digitale e la post-produzione saranno indispensabili per ottenere l’immagine finale.

cosa ti consiglio di fare:

Su YouTube: trovi il mio canale YouTube con tanti filmati e un blog su questo sito. Entrambi con molti contenuti creati per aiutarti a muovere i primi passi nello sviluppo e nella post-produzione.

Scarica il mio materiale: sul sito condivido parte del mio materiale grezzo che potrai scaricare per esercitarti e simulare differenti condizioni di sviluppo e post-produzione. Tra banda larga, banda stretta, HDR e molto altro.

Percorsi di apprendimento: occupandomi di formazione grafica per professione, negli anni ho assecondato le persone che mi chiedevano lezioni e corsi dedicati allo sviluppo e alla post-produzione applicati alla fotografia astronomica, arrivando a costruire dei percorsi garantiti poiché basati sul percorso professionale maturato nell’ambito della produzione grafica.

link utili:

Devo spendere anche per la formazione?

Certamente no! Se desideri fare lezione come privato e hobbista e non sei un professionista che desidera aumentare la propria preparazione professionale, potresti domandarti quale sia la reale utilità di investire tempo e soldi nella formazione. 

Come per qualsiasi disciplina, hobby, sport, sei costretto a spendere per l’attrezzatura ma non devi per forza pagare un insegnante. Puoi imparare qualsiasi cosa tra gli infiniti canali che oggi la rete ti mette a disposizione, dai gruppi social, a YouTube o direttamente frequentando associazioni di appassionati sul tuo territorio e facendo tanta, tanta pratica. 

Chi sceglie un insegnante per imparare una disciplina, un hobby o uno sport lo fa di solito per due ragioni: poco tempo libero da dedicare a uno studio solitario affiancato da numerose prove ed errori, oppure la volontà di impostare le basi dall’inizio in un modo professionale e inquadrato.

I servizi di formazione che offro sono una soluzione certa ed efficace per porre le giuste basi o per migliorare il proprio livello, garantendo un approccio alla disciplina e ai metodi di lavoro che provengono da un solito percorso lavorativo in ambito grafico e fotografico.

Imparare Astrofotografia

passo 05?

Trasmetti ciò che impari!

Dal 2015 ho scoperto che la vera forza motrice della mia passione per l’astrofotografia risiete nella divulgazione del genere stesso e nel ruolo sociale che questa disciplina può offrirci, diventando un vero stile di vita. Mi piace raccontare la mia passione e il modo in cui l’astrofotografia ha cambiato la mia vita e da allora mi dedico all’organizzazione di molti eventi divulgativi in tutta Italia.

Se sui social sono presente da molti anni con contenuti YouTube, gruppi Telegram e Facebook e con tanti progetti e collaborazioni sul tema della fotografia astronomica, è negli eventi dal vivo che l’astronomia potrà davvero fare breccia nel vostro cuore e lasciarvi letteralmente senza parole.
Il portale di Astrofarm (www.astrofarm.it) è stato un punto di attivo dei vari progetti social per tentare di trovare un punto di coesione e di collaborazione tra chi sviluppa contenuti social sul tema dell’astrofotografia. Non è sempre facile riuscirci, ma sono convinto che la coesione e la condivisione tra appassionati siano l’unica via per approfittare a pieno del valore sociale che l’astrofotografia ci offre.

Venerdì 5 luglio 2019 nella Sala della Regina della Camera dei Deputati, presso il Parlamento Italiano, alla consegna di un riconoscimento per le attività di divulgazione della fotografia astronomica amatoriale.

il mio percorso

Ho iniziato a interessarmi all’astrofotografia nel 2012. Anche se sembra passato poco tempo, dieci anni fa l’astrofotografia amatoriale era diversa da oggi. Era l’avvento di nuovi strumenti che avrebbero in parte rivoluzionato l’accesso a questo genere fotografico e mancavano quei ritrovati che oggi la semplificano e la rendono comprensibile a tanti. Dal 2012 è cambiata anche la quantità di contenuti liberamente condivisi e a disposizione di chiunque voglia iniziare. Anche questo elemento ha in pare rivoluzionato l’accesso all’astrofotografia. Che siano contributi scritti, filmati o gruppi di confronto, oggi chi inizia ha la possibilità di poter facilmente leggere, guardare e capire cosa fare, potendo approfittare del lavoro messo a disposizione dagli appassionati.

Dal 2015 ho iniziato a dedicarmi con passione all’aspetto divulgativo della fotografia astronomica. Oggi le mie attività si dividono tra la divulgazione e la formazione. Organizzo fino a 60 eventi dal vivo ogni anno tra mostre fotografiche, conferenze divulgative ed eventi per la famiglia con attività pratiche per bambini e osservazioni al telescopio.

Da una parte ho creato e curo comunità di appassionati sui social, alimento il mio canale YouTube con le mie esperienze, le prove degli strumenti e contenuti informativi. Dall’altra mi occupo di formazione per singoli individui e gruppi, con corsi in aula o percorsi individuali, e presto consulenza tecnica e pratica a osservatori astronomici.


Collaboro con diversi produttori come beta tester per strumenti e accessori di astronomia, tra questi:
Sky-Watcher Italia, Celestron Italia, ZWO, QHY, Player One, Optolong, IDAS.