podcast

ascolta l'ultima puntata del podcast di astrofotografia -->

Le richieste saranno selezionate e utilizzate per creare nuovi episodi

Recensione filtro IDAS LPS D1

Filtri a banda larga IDAS e Optolong Recensione filtro IDAS LPS D1
Luca Fornaciari Astrofotografia Fotografia Adobe

i miei contenuti ti aiutano?

Tutte le mie attività a tema astronomico sono sviluppate e condivise gratuitamente (ad esclusione dei corsi di formazione). Se apprezzi i miei contenuti esiste un modo gratuito per sostenermi: l‘iscrizione al canale YouTube o il mi piace sulla pagina Facebook potrà sembrarti superfluo, ma aiuta la diffusione dei contenuti che preparo e premia il mio impegno. E’ una motivazione a continuare e un piccolo gesto di apprezzamento. Grazie :)

In questa recensione vi parlo del filtro LPS IDAS D1, un filtro a banda larga per l’astrofotografia deep sky. Da fine luglio 2019 grazie al negozio Tecnosky ho iniziato a studiare e a testare in astrofotografia diversi filtri IDAS LPS.

Filtri a banda larga IDAS e Optolong filtro D1 lps
Il filtro LPS D1 di IDAS è un filtro a banda larga ideato per abbattere l’inquinamento luminoso artificiale “tradizionale”, filtrando cioè le linee di emissione delle luci al mercurio e sodio ad alta e bassa pressione.

Nell’immagine qui sotto potete vedere la banda passante del filtro sovrapposta alle diverse linee di emissione dell’illuminazione artificiale.

I filtri per astrofotografia IDAS LPS D1 filtro

Mentre il sodio ad alta pressione ha una distribuzione abbastanza ampia sullo spettro che ci interessa fotografare, le restanti due emissioni sono più semplici da eliminare. Un articolo separato lo meriterà invece l’emissione LED che, come si può notare, attraversa praticamente tutto lo spettro compreso tra i 400nm e i 750nm.

A chi serve un filtro LPS D1 e quali sono i suoi effetti?

Questo è un filtro a banda larga, adatto quindi a contrastare gli effetti dell’inquinamento luminoso di cieli non estremamente inquinati. Andrà bene quindi per aree buie fino a quelle suburbane, ma risulterà insufficiente per il centro città fortemente inquinato. Un filtro può tagliare più o meno spettro elettromagnetico, per intervenire sull’inquinamento con diverse intensità. Chiaramente un taglio più forte porterà anche ad una perdita di colori e sfumature e il più delle volte all’inserimento di dominanti nelle fotografie.

Con un filtro IDAS LPS D1 avrete invece una banda larga passante, conservando la maggior parte dei colori della scena ed ottenendo da subito un buon bilanciamento.

Ecco le fotografie che ho realizzato per la recensione del filtro IDAS LPS D1:

Galassia di Andromeda M31 Recensione filtro IDAS LPS D1
Nebulosa Nord America NGC 7000 Recensione filtro IDAS LPS D1

Preparando la recensione del filtro IDAS LPS D1, ho avuto modo di testarlo su diversi telescopi, sia riflettori che rifrattori. Mi è piaciuta particolarmente la sua capacità di bilanciare i colori già in fase di acquisizione. Chiaramente un filtro a banda larga è l’ideale per la ripresa di qualunque oggetto deep sky, incluse le galassie e gli ammassi. Non sarà un filtro sufficiente per i cieli più inquinati, ma offre una copertura sufficiente per tutte le zone suburbane, permettendovi di eliminare con successo le fondi di inquinamento luminoso presenti.

Ecco un approfondimento video sul filtro IDAS LPS D1

Cerchi corsi, laboratori per bambini, eventi pubblici e seminari di astrofotografia, fotografia o grafica? Guarda qui!

E poi…
Elaborazione di Astrofotografia V1.0
Luca Fornaciari

Luca Fornaciari

Mi chiamo Luca Fornaciari e mi occupo di formazione grafica e fotografica.
Scopri di più sui miei corsi, eventi e servizi.

Cosa potrebbe aiutarti?

Sul sito trovi altri spunti che potrebbero esserti di aiuto in astrofotografia:

nel mio portfolio trovi le immagini suddivise per strumentazione (ottiche, filtri, camere astronomiche). Nella sezione download puoi scaricare i dark delle camere astronomiche CMOS che ho testato, mentre nella pagina dei moduli puoi calcolare rapidamente diverse grandezze utili per l’astrofotografia amatoriale.

prossimi eventi

il blog

su youtube

su facebook

Conosci Astrofarm?

Da diversi anni mi do da fare per cercare di diffondere al meglio le tante informazioni che servono ad un principiante per avvicinarsi all’astrofotografia e crescere nella propria passione. Dal canale YouTube, gli articoli e la divulgazione sul territorio sono nate delle comunità online nelle quali ogni aspirante astrofotografo può trovare aiuto e assistenza.

Tutto questo progetto no-profit, libero, gratuito e slegato dalla rete commerciale, ha preso forma in un vero portale chiamato Astrofarm.

Sul sito di Astrofarm trovi tutto quello che negli anni io e ogni altro volontario che decida di sostenere il progetto abbiamo strutturato e organizzato per aiutare gli appassionati.

Trovi tutto qui, dai link alle nostre comunità, hai tanti canali YouTube, agli articoli e download di guide e materiale da scaricare. Ti aspettiamo!!

Don`t copy text!

CONTATTAMI

contact us