FOTOGRAFIA ASTRONOMICA E NIGHTSCAPE

Luca Fornaciari Astrofotografia

La fotografia ha da sempre svelato le meraviglie del mondo che ci circonda senza ricorrere a difficili descrizioni scientifiche. La sua forza risiede nella capacità di far leva sulle nostre emozioni attraverso la potenza visiva di un istante impresso in uno scatto.
Esiste però una forma molto speciale di fotografia che vive da sempre un legame simbiotico con la scienza, diventando addirittura un utile strumento per studiare l’universo: la fotografia astronomica.

È anche grazie alla fotografia che dobbiamo le rivoluzionarie scoperte in campo astronomico raggiunte nel corso del secolo passato. Con delle lastre fotografiche realizzate alla galassia di Andromeda nei primi anni del ‘900, Edwin Hubble ridefinì completamente l’idea che avevamo del cosmo.

Da allora non soltanto le idee e i concetti scientifici sono stati rielaborati, ma anche la tecnologia ha subito un enorme e significativo sviluppo. Come il famoso telescopio spaziale Hubble, dedicato proprio allo scienziato, che da oltre quindici anni ci permette di esplorare e studiare l’universo attraverso immagini incredibili scattate dall’orbita terrestre.

Nel mio caso una grande passione è diventata un vero lavoro.

Mi chiamo Luca Fornaciari e mi occupo per professione di fotografia astronomica.

Da bambino quando mi regalarono un telescopio mi ci avvicinai quasi per gioco, non sapendo che quell’oggetto avrebbe cambiato per sempre la mia visione del mondo.
Da un piccolo tubo di plastica con lenti scandenti osservai la Luna con lo stesso stupore che ancora oggi rivedo sui volti di tante persone che la guardano per la prima volta avvicinandosi ad un telescopio.

Scoprì Giove, le sue lune e poi Saturno con i suoi anelli di ghiaccio e polvere. Iniziai a collezionare gli articoli di giornale che parlavano di spazio, ritagliandoli dalla copia del quotidiano che mio nonno leggeva ogni giorno. Li raccoglievo in grandi quaderni ad anelli, ripromettendomi che un giorno, da grande, avrei avuto un telescopio per vedere ancora più lontano.

Il ricordo della mia prima fotografia astronomica mi accompagnerà per il resto della vita. Orientare il telescopio in un preciso punto nel cielo, fotografarlo e scoprire sull’immagine una nebulosa distante centinaia di anni luce dal nostro pianeta, fatta di nuvole e colori incredibili.

Se hai domande sul mio lavoro, su corsi e workshop, scrivimi!

Contattami





Portfolio Recenti


Don`t copy text!